Madonna di Como, dopo tante sollecitazioni inizia la sistemazione dello frana principale

IMG_1831

Oggi finalmente iniziano i lavori di sistemazione della frana più grande causata agli eventi atmosferici della scorsa primavera, con un impegno economico della Provincia di circa 25 mila euro: queste risorse vengono investite sulla nostra città perché si è lavorato bene ed in sinergia, facendo squadra, anche grazie al sostegno dei cittadini della frazione, che si sono fatti sentire in modo civile, ma determinato.

Durante la scorsa primavera infatti gli eventi atmosferici hanno fortemente compromesso le condizioni della strada provinciale 158, che attraversa la frazione Albese di Madonna di Como, che ha visto la propria arteria centrale colpita da molti piccoli smottamenti ed una frana di dimensioni più importanti all’altezza del km 3,8.

Nel mese di aprile 2015 organizzai un partecipato incontro con i cittadini della frazione, a cui presero parte anche il consigliere provinciale Rocco Pulitanò ed alcuni tecnici della Provincia e durante il quale si affrontò il tema dei problemi strutturali della provinciale a seguito degli eventi atmosferici appena verificatisi.

Nel mese di novembre sono state effettuate le asfaltature della strada nei punti in cui si erano aperte diverse crepe a seguito di piccoli cedimenti e nella giornata di oggi sono finalmente iniziati i tanto attesi lavori di messa in sicurezza e ripristino della provinciale al km 3,8.

I lavori porteranno alla realizzazione di una scogliera che sosterrà la strada ed a seguito dei quali verrà ripristinato il tappetino di asfalto, riportando la carreggiata alla normale larghezza.

In pochi mesi siamo riusciti a mettere in sicurezza la strada provinciale, rimuovendo tutti i problemi causati dal maltempo della primavera passata ed ottenendo un risultato importante per la frazione, dimostrando che #‎quartierialcentro‬ è un modello di lavoro che funziona: i problemi delle aree meno centrali della città non vanno ignoranti, ma vanno affrontati coinvolgendo i cittadini e cercando insieme le soluzioni, senza raccontare frottole.

In primavera dicemmo con chiarezza che ci sarebbe voluto del tempo, ma che il problema si sarebbe risolto ed oggi la promessa può dirsi mantenuta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...